LA GAMMA

Barrique

LA N°3

Questa botte, ottenuta da un assemblaggio di grana media, si declina in due tipi di tostatura, uno per i bianchi, l'altro per i rossi. La filosofia di questo fusto è di aggiungere note di vaniglia e di spezie all'aroma, pur conservando la freschezza del frutto.

Fornisce una nota zuccherina rilevante all'attacco, e intensità in bocca. Botte moderna nel suo aspetto «gourmand » è adatta ad invecchiamenti brevi, da 6 a 9 mesi, ed è pronta per l'assaggio piuttosto rapidamente.

INITIALE

Qui offriamo la tradizione unita alla modernità. Questo fusto, classicamente ottenuto dall'unione dei legni dell'Allier e dei Vosgi, ha caratteristiche legate a ognuna delle due provenienze, che sviluppa a seconda dei vini che gli sono affidati. Si tratta di legno a grana fine, il cui invecchiamento va da 18 a 24 mesi. L'obiettivo di questa botte è di ottenere una grande complessità al naso, oltre all'eleganza e alla durevolezza in bocca.

Botte potente, è destinata ad invecchiamenti lunghi, da 10 a 14 mesi, e si integra piuttosto lentamente. Il suo punto di forza è l’elemento setoso dei suoi tannini, e la durevolezza che contribuisce a dare al vino.

LA GRANDE RESERVE

icona del classicismo, questa botte eccezionale è ottenuta dall'assemblaggio di legni della foresta di Tronçais e della foresta di Jupilles (ma può essere comunque declinata in ognuna delle due provenienze).

La filosofia di questo fusto, il cui legno viene essiccato per un periodo minimo di 36 mesi, è anzitutto di esaltare il grande potenziale dei vini importanti, concentrati, tannici, con l'aiuto di una struttura densa ed elegante, che permette di ottenere rotondità e profondità alla fine dell'invecchiamento.

L'impatto aromatico segue le nostre abitudini, e rispetta sempre la natura del vino. Questa botte si integra molto lentamente, e per questa ragione raccomandiamo invecchiamenti lunghi, da 14 a 20 mesi, affinché possa esprimersi al meglio.

Tini y Botti

Tini troncoconici, Botti rotonde e ovali

Da qualche anno, la Tonnellerie Saint Martin fa rivivere il savoir-faire del “fustaio”, un artigiano ancestrale, le cui abilità comprendono una tecnica ben specifica per la lavorazione del rovere, retaggio del mestiere del carpentiere navale. Da qui il nome di “vascelli” attribuito ai fusti da loro prodotti. Un ritorno giustificato dal fatto che Hubert Saint Martin, il fondatore della Tonnellerie, era lui stesso un artigiano fustaio. La nostra azienda concepisce e produce tini e fusti (generalmente destinati all’affinamento dei vini), con capienze che vanno dai 700 litri ai 50 ettolitri. Ciascun recipiente è fabbricato in edizione limitata, su misura e secondo le esigenze dei nostri clienti, definite insieme al team commerciale della tonnellerie. La severa selezione dei legni, segati seguendone la loro stessa fibra, e conservati all’aria aperta sul nostro parco di essiccamento, per almeno quattro anni, insieme a metodi di tostatura tradizionali e rispettosi del frutto, vi assicureranno proprietà organolettiche ottimali, sempre totalmente al servizio dei vostri vini.